Soluzioni di automazione per il confezionamento primario

Automazione di linee di imballaggio nel confezionamento primario

L’automazione di linee di imballaggio nel confezionamento primario si occupa del packaging principalmente di alimenti, bevande, prodotti farmaceutici o anche di prodotti per la cura personale. In particolare in questi settori, i requisiti in materia di protezione e sicurezza dei processi e di igiene sono molto stringenti in quanto le macchine e gli impianti sono costantemente soggetti a operazioni di pulizia. Per questo motivo la disponibilità e la sicurezza di impianti e macchine (ad esempio gli impianti di imbottigliamento, le macchine formatrici, riempitrici e sigillatrici) come pure dei sistemi logistici a nastri trasportatori sono criteri importanti. Pilz è in grado di soddisfare tutti questi requisiti grazie alle sue tecnologie, quali tecnica di controllo, sensori di sicurezza e soluzioni di motion control.

L’attenzione è focalizzata su automazione, sicurezza degli operatori e sulla prevenzione di fermi macchina non necessari per le macchine di imballaggio e packaging, garantendo al contempo la massima produttività e flessibilità.

Sicurezza e igiene per i blister

L’interruttore di sicurezza magnetico PSENmag controlla i ripari e le posizioni in ambienti industriali gravosi. La custodia in acciaio inox è resistente allo sporco e alle alte temperature. Depositi e incrostazioni non hanno chance: calotte o coperchi delle macchine sono quindi protetti, anche in caso di impiego di metodi di pulizia aggressivi, come la sterilizzazione con vapore caldo.

Grazie alla custodia resistente, PSENmag controlla in modo affidabile, nella versione in acciaio inox, anche gli ambienti a rischio di esplosione. Pertanto, questo interruttore robusto e resistente con grado di protezione IP67/IP69K e anche il cavo Pilz certificato da ECOLAB GmbH sono la soluzione ideale per l’imballaggio e il confezionamento in sicurezza di alimenti e prodotti farmaceutici e cosmetici.

Esempio applicativo Sicurezza e igiene per i blister

Protezione da manipolazioni e manomissioni di impianti di imbottigliamento

Esempio applicativo di un impianto di imbottigliamento

Il collegamento in rete di IT e OT (Operational Technology) richiede una protezione supplementare per la macchina, ad esempio per l’impianto di imbottigliamento. Il Firewall SecurityBridge protegge la rete del sistema di controllo da manipolazioni causate da accesso non autorizzato. In questo modo è garantita la sicurezza della macchina in caso di intrusione dall’esterno. È possibile preinserire, ad esempio, i moduli compatti di sicurezza configurabili PNOZmulti 2, il sistema di automazione PSS 4000 (nell’immagine) o un numero qualsiasi di altri sistemi di controllo.

Con i relativi sensori Pilz, come ad es. PSENopt oppure l’interruttore di sicurezza PSENcode, l’impianto di imbottigliamento funziona in modo efficiente e con safety e security garantite al cento per cento.

Gestione degli accessi e selezione della modalità operativa per impianti di imbottigliamento

Grazie al sistema di selezione della modalità operativa e di autorizzazione all’accesso PITmode si protegge il personale dai pericoli e le macchine da accessi fisici non autorizzati, con il massimo dei benefici delle funzioni di satefy e security, il tutto con un unico sistema.

Con l’unità di lettura PITreader, ad esempio, si salvaguardano da accessi involontari i pannelli HMI e si sostituiscono quindi le password non sicure. Anche l’accesso attraverso ripari mobili, così come sono impiegati negli impianti di imbottigliamento, può essere regolamentato con autorizzazioni individuali mediante chiavi a transponder.

In presenza di processi di imbottigliamento o confezionamento è spesso necessario commutare tra modalità operative differenti, come ad es. la modalità automatica o il funzionamento in modalità service. Questa selezione della modalità operativa è possibile grazie a PITmode flex e/o PITmode flex visu in combinazione con i moduli compatti PNOZmulti 2 o PSS 4000 mediante pulsanti come PIToe 4s oppure tramite input tattile su un PMIvisu Panel. PITmode fusion con l’unità di valutazione separata (PITm4 SEU) viene utilizzata quando si impiega un sistema di controllo di terzi.

Esempio applicativo di un impianto di imbottigliamento con selezione della modalità operativa

Sicurezza di macchine formatrici, riempitrici e sigillatrici

Esempio applicativo Macchine formatrici, riempitrici e sigillatrici

In particolare per i processi di confezionamento automatizzati, come formatura, riempimento e sigillatura, risultano decisivi i sistemi di motion control con requisiti importanti per la precisione di posizionamento e la sincronizzazione degli azionamenti. Le velocità elevate, ad esempio di cilindri e meccanismi di alimentazione della carta del materiale di confezionamento, rendono imprescindibile per l’operatore un grado di sicurezza elevato che, grazie a Safe Motion – la sicurezza di PMCprotego DS integrata nell’azionamento – consente un notevole risparmio di spazio all’interno del servo-drive e dispone di molteplici funzioni di sicurezza e motion monitoring.

I servomotori compatti PMCprotego SZ svolgono tutti i task di movimento e integrano quindi la soluzione completa di motion control.

Maggiori informazioni sulla tecnologia di imballaggio

Contatti

Pilz ltalia S.r.l. Automazione sicura
Via Trieste, snc
20821 Meda (MB)
Italia

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: info@pilz.it

Supporto tecnico

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: techsupport@pilz.it