Safe Motion – Obiettivo centrato

Possibilità di raggiungere PL "e" con ogni feedback

Safe Motion

Il Safe Motion permette di realizzare qualunque applicazione: grazie alla scheda di sicurezza, l’azionamento raggiunge il Performance Level PL “e” secondo EN ISO 13849-1 con tutti i più diffusi feedback motore e fieldbus! In questo modo è possibile aumentare la produttività delle macchine del 20%. Sono disponibili funzioni di sicurezza integrate nell'azionamento, ad es. “Velocità ridotta in sicurezza”. Grazie a queste funzioni è possibile risparmiare tempo, ridurre errori e guasti e aumentare la sicurezza in fase di attrezzaggio.

Efficiente e sicuro – Obiettivo centrato: con Safe Motion! 

Funzioni di Motion Monitoring sicure

La scheda di sicurezza offre inoltre funzioni sicure di Motion Monitoring secondo EN 61800-5-2. Mediante la comunicazione sicura e rapida con Ethernet real-time SafetyNET p RTFL, la soluzione di Safe Motion viene collegata direttamente al modulo compatto di sicurezza PNOZmulti 2 consentendo inoltre una comunicazione incrociata sicura tra gli azionamenti.

Potrete beneficiare di tempi di risposta brevi e ridurre investimenti e costi per l’hardware grazie alla sostituzione dei componenti I/O con una comunicazione sicura.

I vantaggi con cui “andare sul sicuro”:

  • Disponibilità dell’impianto elevata grazie a tempi di risposta ridotti
  • Sicurezza fino a PL “e” con un trasduttore (sistema feedback standard)
  • Maggiore produttività grazie alle nuove funzioni di sicurezza di Motion Monitoring con adattamento flessibile della risposta ad anomalie/errori
  • Configurazione flessibile e messa in esercizio rapida grazie agli applicativi software semplici e immediati
  • Soluzione di azionamento aperta per tutti i sistemi bus più diffusi, indipendentemente dai tipi di motore e dai sistemi di feedback

Caratteristiche della soluzione di Safe Motion:

Caratteristiche della soluzione di Safe Motion.
  • Riduzione dei costi: con un sistema di feedback standard si consegue la sicurezza massima, fino a PL “e”, senza un secondo trasduttore
  • I servo-drive PMCprotego D sono installati secondo EN/IEC 62061 (SIL 3), EN ISO 13849-1 (fino a PL “e”)
  • La scheda di sicurezza PMCprotego S è conforme alla norma EN 61800-5-2
  • Numerose schede di sicurezza eseguono in modo semplice e rapido la parametrizzazione a livello centrale con un applicativo software
  • Sostituzione semplice del dispositivo grazie alla scheda di memoria SD (standard e configurazione di sicurezza)
  • Cablaggio ridotto grazie al filtro di rete integrato (conforme alle norme EMC)

 

Funzioni di arresto sicuro

Disattivazione coppia in sicurezza (Safe torque off)

Disattivazione coppia in sicurezza (Safe torque off)

La funzione “Disattivazione coppia in sicurezza” (STO) prevede l’interruzione sicura dell’alimentazione al motore direttamente nel servo-drive. L'azionamento non può causare movimenti pericolosi. Se la funzione STO si attiva con un azionamento in movimento, il motore va in arresto non controllato.

Arresto sicuro 1 (Safe stop 1)

Arresto sicuro 1 (Safe stop 1)

Nella funzione “Arresto sicuro 1“ l’azionamento viene rallentato in modo controllato e successivamente l’alimentazione al motore viene interrotta in modo sicuro. L'azionamento non può più causare movimenti pericolosi dopo il suo arresto.

Arresto sicuro 2 (Safe stop 2)

Arresto sicuro 2 (Safe stop 2)

Nella funzione “Arresto sicuro 2“ l’azionamento viene rallentato in modo controllato e quindi portato in ”arresto operativo sicuro”. Nello stato di “Arresto operativo sicuro” le
funzioni di regolazione dell'azionamento restano invariate e completamente disponibili.

Funzioni di movimento sicuro

Arresto operativo sicuro (Safe operating stop)

Arresto operativo sicuro (Safe operating stop)

La funzione “Arresto operativo sicuro” controlla la posizione di arresto raggiunta dall'asse e impedisce l’abbandono della finestra di posizione. Le funzioni di regolazione dell'azionamento restano invariate e completamente disponibili. In caso di abbandono della finestra di posizione controllata, l'azionamento viene disattivato in sicurezza.

Velocità limitata in sicurezza (Safe limited speed)

Velocità limitata in sicurezza (Safe limited speed)

La funzione “Velocità limitata in sicurezza” (SLS) controlla il rispetto della velocità massima predefinita da parte dell’azionamento. In caso di superamento del valore limite della velocità, l'azionamento viene disattivato in sicurezza.

Range di velocità sicura (Safe speed range)

Range di velocità sicura (Safe speed range)

La funzione “Range di velocità sicura” rafforza la funzione SLS effettuando anche il controllo della velocità minima. La conseguenza: non è possibile superare né una velocità massima, né scendere al di sotto di una determinata velocità minima. In caso di violazione di uno di questi limiti, l'azionamento viene disattivato.

Direzione sicura del movimento (Safe direction)

Direzione sicura del movimento (Safe direction)

La funzione “Direzione sicura del movimento” garantisce che il movimento di un azionamento possa avvenire in un’unica direzione (definita). In caso di violazione della direzione predefinita, l'azionamento viene disattivato.

Posizione limitata in sicurezza (Safe limited position)

Posizione limitata in sicurezza (Safe limited position)

La funzione “Posizione limitata in sicurezza” (SLP) controlla tutte le posizioni limite, come ad es. il controllo sicuro dell'area con robot o assi lineari.

Incremento limitato in sicurezza (Safe limited increment)

Incremento limitato in sicurezza (Safe limited increment) 

La funzione “Incremento limitato in sicurezza” (SLI) gestisce le funzioni di movimento durante l'alimentazione del materiale in “fasi limitate in sicurezza” per il processo. Questa funzione è particolarmente rilevante ad es. nel caso di presse con alimentatore a coil.

Funzioni di frenata sicura

Comando dei freni in sicurezza (Safe brake control)

Comando dei freni in sicurezza (Safe brake control)

La funzione “Comando dei freni in sicurezza” consente il comando sicuro dei freni e di evitare quindi la caduta di carichi sospesi.

Test di sicurezza dei freni (Safe brake test)

Test di sicurezza dei freni (Safe brake test)

La funzione “Test di sicurezza dei freni” controlla la funzione dei freni. Grazie a questo test è possibile rilevare eventuali guasti/anomalie del sistema frenante o nella meccanica dei freni stessi. A seconda dell'utilizzo e dei requisiti previsti nell'Analisi dei Rischi, il test dei freni viene eseguito ad ogni ciclo produttivo oppure ogni 8 ore.

Funzioni sicure di Motion Monitoring secondo EN 61800-5-2

Direzione controllata sicura del movimento (SDI-M)

Direzione controllata sicura del movimento (SDI-M)

La funzione “Direzione controllata sicura del movimento” gestisce il controllo dell’orientamento del movimento dell’azionamento. L’eventuale superamento viene indicato da un segnale e non disattivato immediatamente. A seconda della configurazione non viene emesso alcun SS1.

Incremento controllato in sicurezza (SLI-M)

Incremento controllato in sicurezza (SLI-M)

Con la funzione “Incremento controllato in sicurezza” viene monitorata in modo sicuro la relativa posizione. La posizione attuale, in fase di attivazione del controllo, funge da posizione di riferimento. L’eventuale superamento viene indicato da un segnale e non disattivato immediatamente. A seconda della configurazione non viene emesso alcun SS1.

Velocità controllata in sicurezza (SLS-M)

Velocità controllata in sicurezza (SLS-M)

La funzione “Velocità controllata in sicurezza” gestisce il controllo di una velocità massima definita. L’eventuale superamento viene indicato da un segnale e non disattivato immediatamente. A seconda della configurazione non viene emesso alcun SS1. Il controllo permanente è facoltativo.

Arresto operativo controllato in sicurezza (SOS-M)

Arresto operativo controllato in sicurezza (SOS-M)

Con la funzione “Arresto operativo controllato in sicurezza” viene monitorata in modo sicuro la posizione di arresto. L’abbandono della finestra di posizione controllata viene segnalato e l’azionamento non disattivato immediatamente. A seconda della configurazione non viene emesso alcun SS1.

Posizione controllata in sicurezza (SLP-M)

Posizione controllata in sicurezza (SLP-M)

La “Posizione controllata in sicurezza” monitora la posizione assoluta, come ad es. le posizioni limite nel controllo dell’area con robot e assi lineari. L’eventuale superamento viene indicato da un segnale e non disattivato immediatamente. A seconda della configurazione non viene emesso alcun SS1. Il controllo permanente è facoltativo.

 

Range di velocità controllato in sicurezza (SSR-M)

Range di velocità controllato in sicurezza (SSR-M)

Con la funzione “Range di velocità controllato in sicurezza” viene monitorata la velocità minima e quella massima. Se i valori limite sono al di sopra o al di sotto della soglia, viene emesso un segnale e non immediatamente disattivato. A seconda della configurazione non viene emesso alcun SS1. Il controllo permanente è facoltativo.

Blocco di riavvio sicuro (SRL) e uscita stato sicura (SSO)

Mediante le funzioni di monitoring, la funzione “Blocco di riavvio sicuro” impedisce che il modulo di sicurezza possa determinare lo stato operativo STO tramite un reset. Non è così possibile un avvio imprevisto o involontario del motore. L’attivazione può essere implementata sull’ingresso sicuro: “ACT” o “SS1_ACT” o “STO_ACT”. Lo stato attuale del modulo di sicurezza è disponibile grazie all’”uscita di stato sicura”. L’attivazione ha luogo tramite le uscite: “Ready”, “FSRUN” e “FAULT”.

Applicazioni versatili – Safe Motion come soluzione scalabile

Il servo-drive con scheda di sicurezza integrata PMCprotego DS rappresenta una soluzione di sicurezza flessibile e scalabile. È possibile combinare in modo personalizzato tutte le funzioni di sicurezza necessarie all'applicazione.
La funzione "Disattivazione coppia in sicurezza" rappresenta la base di ogni funzione di sicurezza. Il dispositivo PMCprotego D è dotato di questa funzione già nella versione base. La scheda di sicurezza estraibile offre numerose funzioni di sicurezza supplementari.

Questa soluzione è particolarmente indicata per tutte quelle applicazioni in cui la velocità deve essere controllata a seconda della modalità operativa. Alcuni esempi applicativi:

  • Attrezzaggio sicuro
  • Carichi sospesi/assi verticali
  • Controllo/monitoraggio di processo
  • Intervento sicuro nel processo
  • Centri di lavorazione
  • AGV
  • Pick & Place tramite robot
  • Allestimenti scenografici
  • Palettizzazione

 

Applicazioni versatili

Settori di impiego

La gamma di prodotti Pilz: PMCprotego

PMCprotego S – Scheda di sicurezza

La scheda di sicurezza, integrabile direttamente nel servo-drive PMCprotego D, garantisce il massimo livello di sicurezza fino a PL "e" per ogni feedback.

PMCprotego DS - Safe Motion

Le funzioni di arresto, movimentazione e controllo sicuro dei freni vengono realizzate direttamente nell'azionamento: questo è Safe Motion. Qui è possibile reperire la soluzione completa composta da scheda di sicurezza PMCprotego S e servo-drive PMCprotego D.
Contatti

Pilz ltalia S.r.l. Automazione sicura
Via Trieste, snc
20821 Meda (MB)
Italia

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: info@pilz.it

Supporto tecnico

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: techsupport@pilz.it