Italia | italiano

24 giu 2020

Case Study: Packaging

Ottimizzare i costi di produzione, rispettando i requisiti legislativi

In breve

Problema
Un costruttore di macchine per il settore packaging, vuole rivedere la progettazione di una macchina per limitare i costi di produzione ed essere più competitivo sul mercato.

Soluzione
I Safety Engineer di Pilz hanno eseguito una valutazione dei rischi sulla macchina, proponendo delle soluzioni di sicurezza alternative, ma al contempo adeguate.

Risultati
Il costruttore ha potuto pianificare revisionare il progetto del sistema di sicurezza della macchina, ottimizzando i costi di produzione pur garantendo la piena conformità.

Approfondimento

Premessa
L’immissione di macchine nuove sul mercato EU, prevede da parte del costruttore la rispondenza alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento delle Direttive comunitarie di prodotto applicabili.

Problema
Un costruttore di macchine per il settore del packaging, vuole rivedere la progettazione di una macchina reggiatrice automatica, per limitare i costi di produzione ed essere più competitivo sul mercato. La riprogettazione riguarda anche il sistema di sicurezza, che non era stato inizialmente analizzato nel dettaglio: la macchina presenta movimenti elettrici e pneumatici ed il costruttore aveva predisposto funzioni di sicurezza tali da raggiungere un’affidabilità pari a PL e, Cat. 4, secondo EN ISO 13849-1, senza però aver prima eseguito una valutazione dei rischi puntuale ed aver quindi definito i performance level obiettivo (PLr).

Soluzione
Il costruttore ha coinvolto Pilz Italia Srl per richiedere una valutazione dei rischi sulla reggiatrice automatica, in modo tale da verificare la conformità del progetto e definire l’affidabilità richiesta per le funzioni di sicurezza da implementare.
Il reparto consulting di Pilz, attraverso un Safety Engineer, ha effettuato una Valutazione dei rischi sulla macchina, evidenziando le funzioni di sicurezza da implementare con il relativo PLr.
È emerso come l’affidabilità richiesta per le funzioni di sicurezza da implementare sia pari a PL d, Cat. 3 per i movimenti elettrici e PL c, Cat. 1 per i movimenti pneumatici (affidabilità coerente con quanto prescritto all’interno della norma EN 415-8 Sicurezza delle macchine per imballare - Macchine reggiatrici, armonizzata ai sensi della Direttiva Macchine 2006/42/CE).
Durante l’analisi della documentazione della macchina e successivo confronto con il costruttore, il Safety Engineer ha inoltre suggerito delle migliorie alla programmazione della centralina di sicurezza, il che ha portato all’ottimizzazione del numero di ingressi ed uscite di sicurezza.
A seguito della valutazione dei rischi, il costruttore ha rivisto la progettazione del sistema di comando e controllo ed ha richiesto a Pilz la validazione dell’affidabilità delle funzioni di sicurezza, attraverso il report di Calcolo del Performance Level.

Risultati
Il costruttore, a fronte del report di valutazione dei rischi fornito ed al supporto del reparto consulting di Pilz, ha potuto rivedere la progettazione del sistema di sicurezza della reggiatrice automatica. Questo ha permesso una riduzione di costi considerevole, dato che sono stati rimossi un teleruttore, un’elettrovalvola pneumatica ed un modulo di espansione della centralina di sicurezza, pur garantendo i livelli di affidabilità richiesti dalla Valutazione dei rischi (livelli di performance level successivamente validati attraverso il report di Calcolo del PL).

 

I risultati sopra descritti sono specifici per l’applicazione analizzata.
I risultati possono variare per applicazioni differenti ed è sempre necessaria un’analisi/valutazione dei rischi specifica.

Contatti

Pilz ltalia S.r.l. Automazione sicura
Via Gran Sasso n. 1
20823 Lentate sul Seveso (MB)
Italia

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: info@pilz.it

Contatto per la stampa

Telefono:
E-mail: