8 giu 2020

I/O Link - Automazione in Pillole

All’interno della Smart Factory, il protocollo di comunicazione I/O link costituisce sempre più una scelta vincente per una connessione semplice e rapida con l’insieme di sensori e attuatori in campo. Spesso confuso con un Bus di Campo, lo standard aperto IO-Link offre numerosi vantaggi rendendo concrete le caratteristiche dell’Industry 4.0.

Con il termine IO-Link si fa riferimento al quel protocollo di comunicazione industriale del tipo “punto-punto”, universalmente standardizzato (IEC 61131-9), per lo scambio bidirezionale di dati con sensori e attuatori.

Tipicamente, la struttura di un sistema IO-Link prevede la presenza di un Master IO-Link e di un dispositivo IO-Link. Nel dettaglio, il Master I/O link si caratterizza per la presenza di un numero di porte I/O Link (canali) in corrispondenza delle quali è possibile collegare un dispositivo I/O link per la comunicazione “punto-punto”. Il Master, a sua volta, stabilisce la connessione fra i dispositivi ad esso connessi ed il sistema d’automazione (tipicamente un PLC o un’interfaccia HMI) attraverso vari bus di campo (Profinet, Profibus, Modbus…).

Uno dei vantaggi della comunicazione I/O link risiede senza dubbio nella semplicità ed economicità di cablaggio. Si necessita, infatti, di un solo cavo a 3 fili e di lunghezza non superiore ai 20m.

Come è possibile immaginare, con tale tecnologia non ci si limita alla raccolta di una sola tipologia di dato (ad es. il valore letto da un sensore). Si parla, infatti, di un accesso ad una serie di dati, suddivisi in ciclici (dati di processo, di stato e velocità) e aciclici (dati del dispositivo, di diagnostica e messaggi di errore). Tutto ciò contribuisce all’ottimale funzionamento dei componenti del sistema, ottimizzando la sostituzione di dispositivi e gli interventi di manutenzione delle macchine.

La facilità di configurazione, il monitoraggio remoto e le funzioni di diagnostica avanzate costituiscono ulteriori punti chiave dell’I/O Link, così come la possibilità di modificare dinamicamente i parametri di un sensore attraverso il sistema di controllo.

L’insieme delle caratteristiche e dei vantaggi dell’I/O Link hanno, dunque, permesso una rapida diffusione di tale tecnologia, che ben si presta a soddisfare le esigenze di numerose applicazioni nel vasto mondo dell’Industrial Internet of Things (IIoT).

Contatti

Pilz ltalia S.r.l. Automazione sicura
Via Trieste, snc
20821 Meda (MB)
Italia

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: info@pilz.it

Contatto per la stampa

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: f.richichi@pilz.it

Questo articolo è stato utile?