Italia | italiano

Sicurezza nelle aziende

Con quale frequenza devono essere controllati i dispositivi di protezione senza contatto?

Gli intervalli/frequenze di verifica dei dispositivi di protezione senza contatto devono essere stabiliti dall’utilizzatore in base alla valutazione dei rischi eseguita ai sensi della Direttiva Attrezzature in Uso (BetrSichV). In occasione della prima messa in servizio, della manutenzione, del montaggio e di situazioni eccezionali (es. trasferimento) deve essere eseguita una verifica da parte di una persona idonea.

Per la definizione delle frequenze di verifica è necessario valutare se l’attrezzatura (dispositivo di sicurezza senza contatto) è soggetta ad influenze che causano danni che possono compromettere la sicurezza. Inoltre, i seguenti criteri sono importanti ai fini degli intervalli di verifica:

  • Condizioni di utilizzo del dispositivo di protezione senza contatto (tempo di utilizzo al giorno, carico)
  • Note del costruttore
  • Esperienza con il “comportamento in casi di avaria” dell’attrezzatura (dispositivo di protezione senza contatto)
  • Accadimento di incidenti o accumulo di avarie su attrezzature comparabili

Se le frequenze di verifica non sono diversamente regolamentate, ad esempio con regole tecniche speciali o simili, si raccomanda di verificare ogni dispositivo di protezione senza contatto una volta all’anno. In base all’applicazione e alla “pericolosità” della macchina/linea l’intervallo di verifica può essere ridotto ad una verifica ogni 6 mesi.

 

Contatti

Pilz ltalia S.r.l. Automazione sicura
Via Gran Sasso n. 1
20823 Lentate sul Seveso (MB)
Italia

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: info@pilz.it

Supporto tecnico

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: techsupport@pilz.it