Ostfildern, 30 giu 2021

Laser scanner di sicurezza PSENscan di Pilz: fino a tre zone di sicurezza separate e fino a 70 configurazioni commutabili - Controllo ancora più flessibile e produttivo di applicazioni fisse e mobili!

Per il laser scanner di sicurezza PSENscan sono già disponibili ingressi e uscite digitali supplementari: ora è possibile realizzare fino a 70 configurazioni commutabili e controllare contemporaneamente fino a tre zone di sicurezza separate grazie alle nuove varianti master encoder a 17 poli. In questo modo si incrementa il controllo produttivo delle superfici fisse, ad esempio anche grazie al nuovo muting dinamico parziale. In aggiunta a tutto questo, le nuove funzioni per l’area Intralogistica (come analisi encoder, modalità stand-by e navigazione più precisa) offrono un controllo ancora più efficiente delle applicazioni mobili.

Grazie alla valutazione degli ingressi Encoder, rapida e diretta, nel laser scanner di sicurezza, è possibile ridurre in maniera considerevole oneri e costi di cablaggio. Inoltre, l’implementazione di PSENscan diventa oltremodo flessibile e versatile grazie alla disponibilità di una risoluzione elevata da 30 e/o 40, 50, 70 o 150 mm e alla valutazione ripetuta delle scansioni. Con il nuovo modulo di memoria sostituibile, le configurazioni possono essere trasferite con semplicità ad altri laser scanner. PSENscan dispone anche di una testa scanner che, in caso di danneggiamento o guasto, può essere sostituita individualmente, riducendo così al minimo i tempi di fermo macchina e installazione negli impianti.

Messa in sicurezza dinamica
Il muting dinamico del laser scanner di sicurezza PSENscan è stato ampliato con un muting parziale. Il prodotto trasportato, ad esempio, può in questo modo muoversi nella zona protetta a determinate condizioni predefinite senza causare un arresto della macchina. 
Anche la nuova codifica dei raggi offre vantaggi notevoli: se all’interno di un impianto dovessero essere operativi due laser scanner di sicurezza non attivati in serie, verrebbe esclusa un’interferenza reciproca. È così possibile rendere operativi insieme e in modo flessibile due laser scanner di sicurezza implementati in modo indipendente l’uno dall’altro. Il muting parziale e la codifica dei raggi consentono una maggiore disponibilità di macchine e impianti.

Intralogistica: più flessibile e precisa in mobilità
Se necessario, PSENscan può passare in modalità stand-by. Si rivela vantaggioso soprattutto per i sistemi di trasporto senza conducente (AGV) in quanto le macchine possono essere riavviate con maggiore rapidità. Grazie al ridotto impiego di corrente derivante dalla modalità stand-by si ottiene un considerevole risparmio in termini di costi. In combinazione con la nuova funzione di autoreset automatizzata è inoltre possibile risparmiare tempo in fase di riavvio. PSENscan registra inoltre liste di guasti/errori: ora vengono visualizzati localmente sul dispositivo, fatto questo che consente una diagnostica più rapida e un riavvio in tempi brevissimi. 

Garanzia di qualità ed efficienza
Inoltre, con PSENscan, è possibile fin da subito leggere i valori di intensità e distanza per una navigazione precisa nelle posizioni. Qualora le informazioni sulla distanza non dovessero essere sufficienti, per la navigazione è ora possibile impostare i riflettori. Ciò consente un posizionamento esatto durante la navigazione, ad esempio in fase di aggancio di un AGV a una macchina mentre si trasferisce del materiale. Grazie ai moduli ROS disponibili, diventa di semplice gestione anche l’implementazione. 
Per potere garantire la massima sicurezza in presenza di velocità mutevoli di AGV, i campi protetti di PSENscan possono essere adattati in modo dinamico alle diverse velocità degli AGV. In questo modo è possibile aggirare meglio gli ostacoli. Ciò accresce la sicurezza per il personale e le macchine riducendo al minimo la probabilità di interruzioni della produzione. La navigazione precisa e l’adattamento a velocità differenti supportano gli utenti di AGV consentendo l’incremento della produttività e conseguentemente dell’efficienza dell’impianto.

Le nuove varianti di PSENscan permettono di mettere in sicurezza in modo ancora più flessibile le zone pericolose fisse e mobili, offrono protezione da ingesso dalla zona posteriore come pure messa in sicurezza degli accessi sia per la logistica di produzione che per l’intralogistica oltre che per i settori Automotive, Packaging e Imballaggio e Lavorazione dei metalli. 

Maggiori informazioni sul prodotto sono disponibili qui.

Il laser scanner di sicurezza PSENscan per il controllo produttivo delle superfici è ora disponibile con due novità: fino a 70 configurazioni commutabili e tre zone di sicurezza separate controllate contemporaneamente. È quindi possibile controllare subito le superfici in modo ancor più produttivo. (Foto: Pilz GmbH & Co. KG)
Il laser scanner di sicurezza PSENscan per il controllo produttivo delle superfici è ora disponibile con due novità: fino a 70 configurazioni commutabili e tre zone di sicurezza separate controllate contemporaneamente. È quindi possibile controllare subito le superfici in modo ancor più produttivo. (Foto: Pilz GmbH & Co. KG)

Il laser scanner di sicurezza PSENscan per il controllo produttivo delle superfici è ora disponibile con due novità: fino a 70 configurazioni commutabili e tre zone di sicurezza separate controllate contemporaneamente. È quindi possibile controllare subito le superfici in modo ancor più produttivo. (Foto: Pilz GmbH & Co. KG)

Contatti

Pilz ltalia S.r.l. Automazione sicura
Via Trieste, snc
20821 Meda (MB)
Italia

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: info@pilz.it

Contatto per la stampa

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: f.richichi@pilz.it