Italia | italiano

Storia e futuro

Ieri. Oggi. Domani: l’automazione cambia e si evolve

Ingegnere di sviluppo durante il test di un interruttore per un relè temporizzato elettronico

Da oltre 70 anni, Pilz entusiasma i clienti con prodotti e soluzioni innovativi e all’avanguardia: all’inizio con dispositivi da laboratorio in vetro, a cui hanno fatto seguito relè temporizzati elettronici e successivamente interruttori e sistemi di controllo programmabili. In tal senso Pilz si è progressivamente adattata alle più recenti esigenze del mercato, modificandole in misura considerevole con le sue “pietre miliari” della tecnologia” .

Pilz è diventata leader in questa tecnologia con il primo “interruttore di arresto di emergenza” al mondo e il più impiegato in assoluto, il PNOZ. È l’essenza degli interruttori di sicurezza e ha caratterizzato la storia dell’automazione. Le molteplici esperienza nelle più disparate applicazioni orientate alla sicurezza e lo sviluppo di uno dei primi sistemi di controllo a memoria programmabile (PLC) hanno rappresentato la base per lo sviluppo dei primi sistemi di sicurezza programmabili.

 

La storia di Pilz, ovvero come un'idea conquista il mondo

I valori sono la base del futuro: Le generazioni passano, i valori restano

Renate Pilz ha lasciato la direzione dell'azienda in favore dei figli, Susanne Kunschert e Thomas Pilz. Fino al 2017, l’azienda ha conosciuto uno sviluppo costante grazie all’impegno continuo della signora Pilz che ha impresso alla società la sua filosofia di vita. Ne è un esempio lo sviluppo del primo sistema di controllo di sicurezza programmabile che ha consentito a Pilz di percorrere una strada innovativa e coraggiosa e di scrivere capitoli sempre nuovi nella storia dell'industria. Per Renate Pilz si trattava di una questione affettiva proseguire il lavoro in azienda dopo la morte prematura del marito. Sotto la sua direzione Pilz è cresciuta dai 200 dipendenti iniziali agli oltre 2000 in tutto il mondo.

L’impegno e i valori sono profondamente radicati nella struttura aziendale di Pilz. I valori sono la base del futuro.

Quali cambiamenti comporta un passaggio generazionale? Scoprite da Renate Pilz, Susanne Kunschert e Thomas Pilz come hanno condiviso il tempo trascorso insieme in azienda, quali particolari influssi abbia esercitato questa esperienza su di loro e la visione futura della società secondo le loro prospettive. La storia di Pilz è una storia straordinariamente interessante che vale la pena conoscere.

Pilz oggi: leader di mercato con passione

Management

Susanne Kunschert e Thomas Pilz sono la terza generazione a guida dell’azienda familiare. Pilz definisce se stessa attraverso i propri dipendenti e collaboratori: ognuno di loro è un “ambasciatore della sicurezza”. In Pilz sono tutti profondamente convinti che, quando si tratta di automazione di macchine e impianti, non sia concesso cedere ai compromessi. Temi come la crescente digitalizzazione dell’industria e la robotica sono al centro dei nuovi sviluppi di prodotto. Inoltre, Pilz è membro di associazioni nazionali e internazionali e contribuisce attivamente al futuro dell’automazione industriale. Come azienda familiare presente in tutto il mondo, Pilz vuole essere per i clienti un partner locale e affidabile.

Management

Pilz, azienda familiare, è tra i principali leader di mercato nel settore dell’automazione ed è rappresentata dalle proprie filiali in oltre 40 paesi nel mondo. I prodotti e le soluzioni Pilz si sono imposti come marchio sinonimo di automazione sicura. Per la collaborazione sicura tra uomo e macchina Pilz ha stabilito standard imprescindibili nella storia dell’automazione.

All’interno del compendio “Deutsche Standards – Marken des Jahrhunderts”, Pilz è stata insignita del riconoscimento “Marchio del secolo 2019” per il settore Tecnica di controllo. Il premio “Marke des Jahrhunderts” viene assegnato dal dott. Florian Langenscheidt e dal gruppo editoriale Die Zeit.

Il futuro dell’automazione con Pilz

Sia che si tratti di Industrie 4.0, di Industrial Security o di Robotica: la fabbrica del futuro richiede nuovi progetti, prodotti e soluzioni. Per tutto questo, a un’azienda è richiesta la capacità di essere pronta ad agire rapidamente, di saper cogliere le idee innovative e renderle pronte a essere immesse sul mercato oltre che idonee alle esigenze e agli scopi dell’industria. Pilz ha già dato spesso prova di essere in grado di realizzare tutto ciò nei suoi 70 anni di storia: con prodotti come l’interruttore di arresto di emergenza PNOZ, con il primo sistema di controllo sicuro programmabile al mondo PSS 3000 oppure con il primo sistema di visione di sicurezza tridimensionale SafetyEYE. L’innovazione è qualcosa di fortemente ancorato nel DNA dell’azienda. Per questa ragione, Pilz investe ad esempio oltre il 20% del fatturato in Ricerca e Sviluppo.

La fabbrica del futuro
L'automazione del futuro

Come sarà il futuro dell’automazione? Macchine connesse in rete, componenti decentralizzati intelligenti, produzione modulare: queste parole chiave caratterizzano i diversi aspetti di Industrie 4.0 con l’obiettivo, anche per il futuro, di conseguire una maggiore flessibilità, soluzioni personalizzate su misura dei clienti e un’efficienza più elevata.
Da molti anni Pilz è impegnata in svariati progetti di ricerca, come ad esempio l’iniziativa rivolta alla tecnologia nota come SmartFactory KL. A ciò si aggiunge anche l’impegno intenso nei requisiti futuri in materia di Industrial Security e protezione dei dati, come pure nello sviluppo di protocolli di comunicazione standardizzati e cross-vendor realizzabili in un’industria digitalizzata.

Industrie 4.0 in Pilz

Industrial Security

Research Campus ARENA2036

Anche nell’ambito del Research Campus ARENA2036, Pilz si occupa del futuro dell’automazione: ARENA è l’acronimo di Active Research Environment for the Next Generation of Automobiles. Entro il 2036, anno del 150° anniversario dell’automobile, si dovranno realizzare modelli di produzione competitivi ed efficienti dal punto di vista delle risorse.
Grazie al suo know-how nella tecnica di automazione e sicurezza, Pilz fornisce un valido supporto alle attività di sviluppo dei sistemi di produzione cyber-fisici (CPS). L’intenzione di Pilz è la realizzazione, insieme ad altri partner dell’industria e dello sviluppo, di un sistema produttivo, che sarà poi messo in servizio e certificato per la produzione reale.

Info complete su Arena 2036

La fabbrica del futuro

Nella fabbrica del futuro il numero di sistemi autonomi e robot è destinato a crescere ulteriormente e, di conseguenza, anche i requisiti di sicurezza per la stretta collaborazione di uomo e macchina. In qualità di “ambasciatore della sicurezza”, Pilz fornisce oggi supporto con prestazioni di servizio, corsi di formazione a tema Sicurezza dei robot e anche con propri moduli di Service Robotics.

Settore Robotica

Attraverso la “digital transformation” si fanno strada nuovi quesiti: ad esempio come l’interazione tra uomo e robot possa cambiare grazie all’intelligenza crescente nei sensori e come sia possibile valutarne i dati. A ciò si aggiunga anche come proteggere l’applicazione dagli accessi dall’esterno (security). A queste e ad altre domande Pilz prova a dare risposta con svariati progetti di ricerca. 

Contatti

Pilz ltalia S.r.l. Automazione sicura
Via Gran Sasso n. 1
20823 Lentate sul Seveso (MB)
Italia

Telefono: +39 0362 1826711
E-mail: info@pilz.it